Archivio tag | cani

A passeggio con Masha – Lago di Comabbio

Se vi interessa una gita al lago immersi nella natura, ma con un bar come riferimento per i bambini, vi consiglio il Lago di Comabbio che possiede una pista ciclabile che costeggia tutto il lago (VareseperBambini).

Noi abbiamo deciso di partire da Parco Berrini (Ternate) e di imboccare la pista ciclabile che parte dal ristorante Montelago.

Ovviamente a piedi con Puffetta di nove anni, non siamo riusciti a percorrere un lungo percorso, ma è stata una passeggiata piacevole. Nonostante fosse domenica non abbiamo trovato affollata la pista ciclabile e ci siamo godute una passeggiata serena e tranquilla.
Ritornando sui nostri passi ci siamo recate al Parco Berrini, dove anche ai cani è consentito l’accesso. Vi sono delle strutture giochi per i bambini e intorno alle 18 il bar si anima con musica dal vivo e aperitivo.

Annunci

A passeggio con Masha – il Parco Ticino e la Diga del Panperduto

Lupin morì che avevo 13 anni, da allora ho convissuto con gatti, porcellini,d’india, tartarughe… ma mai più con un altro battuffolo abbaiante.
Poi l’anno scorso i miei genitori decisero che nella loro vita mancava la presenza di un nipotino peloso, certo un po’ incalzati da Puffetta (ma questo ce lo teniamo per noi)
Così una domenica mattina li caricai tutti in macchina e ci dirigemmo verso il PAL e Puffetta si innamorò perdutamente di Masha, che cucciolo lo è di carattere ma non di età.

Da quando Masha è con noi mi sono posta il problema di come organizzare le gite domenicali con Puffetta, perchè non sempre i cani sono graditi.
Da qui nasce il mio desiderio di condividere con voi i luoghi che abbiamo trovato adatti ai nostri cuccioli (umani e non)  e che ci sono piaciuti.

Il Parco Ticino – Lombardia

Facilmente raggiungibile da Milano e provincia il Parco Ticino si estende lungo tutto il fiume che porta il suo nome, in un’area compresa tra Lago Maggiore e il Po.
Esistono diversi sentieri per muoversi nel parco, accessibili facilmente, curati e sicuri. Nel link sopra riportato potete scorgerne alcuni.
Noi in questa zona ci siamo nati e cresciuti. Al Ticino si andava in bici per giocare sulle spiagge (si avete letto bene) ma è assai pericoloso fare il bagno.  Molta attenzione, anche per i vostri cani, le correnti sono pericolose.
Se avete voglia di un percorso semplice anche per i bimbi con un bar a portata di mano vi consiglio questi due itinerari:

Percorso zona bar Oasi (Cuggiono):

 

Percorso zona Cabotina (Turbigo), dove se il vostro cane non è un fifone potete sperimentare un piccolo ponte tibetano.

 

In entrambi i casi si raggiunge una piccola spiaggetta.

Curiosità: lo sapevate che il Parco Ticino è il più antico parco regionale d’italia?

 

Diga del PanPerduto (Somma Lombardo)

Diga del PanPerduto è una delle dighe più importanti della lombardia, da origine ai Navigli e al canale Villoresi.
Si parcheggia sulla statale e si segue il percorso ciclo pedonale per raggiungere la diga.
La piccola spiaggia non è accessibile coi cani nel periodo estivo, ma vi sono tanti piccoli sentieri per raggiungere l’acqua passando tra il boschetto.

 

Curiosità: lo sapevate che il suo nome deriva da “pane perduto” perchè i mercanti raggiungevano Milano attraverso quelle acque e in quel punto preciso, a causa delle correnti e del basso fondale, spesso le imbracazioni si rovesciavano e si perdeva la merce.

Masha

Masha è nata in Sicilia.
In strada.
Nei branchi di cani abbandonati e malati che percorrono quei paesini dove è già difficile vivere per l’uomo, pressato com’è dal lavoro che manca e dalla Mafia che ruba la dignità.
Lei piccina è stata fortunata.
Ancora cucciola è stata soccorsa da una volontaria che l’ha curata, sterilizzata e spedita al nord in cerca di adozione.
Perché qui è tutto più facile.
Basta entrare al canile alle 10 di domenica mattina per scoprire quante persone sono in coda per adottare un trovatello.
Masha di quella vita si è portata appresso una zampina senza un dito, la voglia di correre libera nei boschi e la socievolezza esagerata con gli altri cani.
Masha è stata poi adottata da una famiglia con bimbo piccolo. Ha vissuto per sei mesi in un appartamento per poi essere riportata in canile.
Ogni volontario ci ha raccontato una motivazione diversa: troppo vivace, non adatta all’appartamento, il bambino era allergico.
E così l’abbiamo trovata noi.
Di quell’esperienza si è portata appresso la diffidenza che le fa contenere l’esuberanza affettiva. L’amore per i bimbi e una sensibilità fuori dal comune che le permette di comprendere come rapportarsi con ogni persona.
Masha ora è a casa con noi.
E qui ci resterà per sempre.
Ci metterà un po’ a crederci davvero.
Lo so benissimo, perché nei suoi occhi vedo riflessa la mia anima.