Archivi

Scusi le spiacerebbe…..

Signora cassiera del supermercato, io comprendo che lei è qui da otto ore, che lavora anche la domenica. Comprendo.
Però comprendo anche me, che stamattina non ho sentito la sveglia. Che mi sono alzata col cuore in gola e la pressione è rimasta a letto. Che ho svegliato-vestito-lavato-colazionato-controllato cartella (non proprio in questo rodine) a mia figlia. Che ho acceso la luce per prendere i miei vestiti. Ho acceso la luce. Ho acceso. Tac…tac…no niente luce. Che ho preso la torcia elettrica dalla cucina e ho cercato i miei vestiti.
Che mi sono catapultata fuori di casa, che mi sono trovata una macchina in contromano nel senso unico. Che ho fanculizzato l’autista. Che ho parcheggiato con sgommata. Ho risalito in corsa le scale, ho corso corso corso e ho preso un treno al volo. Strapieno per expo. Che sono arrivata a milano morta. Che ho lavorato otto ore. Che ho gestito il solito molestatore. E quello che ormai è andato di testa che mi rincorre per il corridoio e mi dice “devo perdere ancora due kili” e poi fugge via.
Ho sopportato la mignotta del dirigente, che crede che il fatto di scoparselo le dia il diritto di offendere tutti. Di criticare. Di insultare. Insomma di dimostrare quanto è povera dentro e collezionare persone che la detestano e la evitano se la incrociano in corridoio. Ho spento il mio pc. Ho corso per prendere un treno. Soppresso. Ho preso quello dopo a cui hanno messo tre vagoni in croce e doveva contenere: noi del soppresso, i soliti viaggiatori pendolari, le persone expo. Che è arrivato in ritardo di 20 minuti, come sempre.
Signora cassiera io la comprendo. Però kazzo sono le 19 di sera, ho ancora la cena da preparare. Vuole muovere quelle kazzo di manine mentre chiacchiera e far passare i miei acquisti sul lettore di codice a barre? Grazie

Fame #Expo #Panuozzo

Allora Sa’ visitiamo tutto e poi ci fermiamo a mangiare
Si si! Là ottima idea
Expo. Nutrire il pianeta. Si, ma non dopo le 22.
Le cucine sono chiuse.
Per fortuna noi italiani non lo siamo mai!
I baracchini sempre aperti fino all’ultimo.
Loro che non hanno i turni come gli altri. Che arrivano al mattino alle 6 e alla sera alle 22 sono ancora lì che cucinano. E sorridono.  E chiacchierano.
E’ inutile, la vera ospitalità è quella delle persone semplici. Sempre.
CAM01768

Alveare #Expo

Sapevate che UK è famosa per il suo miele? No?
Nemmeno io.
Ma a quanto pare è così, a detta di expo.
Il loro padiglione è un alveare in metallo. Bellino.
Altamente sconsigliabile se si indossa la gonna.
Perchè?
Beh fate viaggiare la fantasia….

CAM01757

Belga al 100% #Expo

Là come prima cosa dobbiamo assolutamente assaggiare le patatine del Belgio, tutti dicono che sono buonissime
“Ok, mettiamoci in coda”
La coda di chi ritira le patatine è più lunga di quelli che devono ancora pagare, quindi il cassiere inizia a percorrere la fila chiedendo cosa vogliamo, prendendo i soldi e consegnando lo scontrino.
Tutti prendono patatine.
Quindi si inizia a dire semplicemente “una” “due” e così via.
Arriva a noi e gli dico
Due!
e lui: “Ah bella! Due de’ che?
No no. Cassiere Belga al 100%. Non ci sono dubbi.
IMG_3060
PS: queste patatine non è che mi abbiano entusiasmato. Sono le classiche surgelate, insipide. Insomma nulla di che. Avrò gusti difficili 🙂

FLT #Expo

Check-in Expo. Io coi biglietti in mano passo il controllo, mi fermo prima di obliterare l’ingresso in attesa.
Sa’ viene fermata.
Beeep.
Sa’che hai addosso? Guarda le tasche
Ma niente Là. Non ho niente
La guardia segue i nostri discorsi, come la pallina in un a partita di tennis, e la fa ripassare.
Beep .
Kazzo Sa’, ma hai la cintura?
No!
La guardia:
Signorina ma i fiori sulla maglietta sono di metallo?
Oh kazzo
La guardia, alzando le mani come per dire non tocco non tocco:
Eh lì non la posso aiutare
Io: “Sa’ togliti la maglietta che guadagnamo un paio di ingressi gratis
Sa’ inkazzata: “Solo un paio! ?!? Le mie tette meritano di più!
La guardia, completamente rossa: “Andate andate…

Noi facciamo parte del Fronte Liberazione Tetta, conquisteremo il mondo.