L’arte di fallire ed essere felici

In questo periodo dove il fallimento, i “no”, e le difficoltà sono concepiti come disgrazie che portano l’essere umano alla distruzione, di se stesso o altrui, una leggera farfalla attraversa la Vita.

Puffetta. 9 anni.
Campionato di pallavolo.
Perdita schiacciante.
L’allenatore rimprovera tutti i bambini.
Severamente.
Chi torna dalla mamma piangendo.
Chi arrabbiato se la prende con istruttore, compagni, nazione, universo.
Chi zitto zitto, mogio mogio si avvicina alle tribune.
Mia figlia arriva saltellando tutta contenta.
Mamma mi dai l’acqua?
Ma Puffetta, G. vi ha sgridato?
Si mamma, ma non è un problema. Una volta si vince, una si perde. Oggi era una giornata no
ah

La sera la chiama il babbo.
Puffetta come è andata la partita?
Bene. Abbiamo vinto ZERO partite

Puffetta sarà un santone da grande. Sicuro.

Annunci

5 thoughts on “L’arte di fallire ed essere felici

  1. Grande! Il mio non gli puoi dire niente ultimamente che va in paranoia. Il piccolo è più resistente ma non così tanto. È saggia puffetta, e bisogna davvero prenderla così in questo mondo dove si accettano solo vittorie e perfezione..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...