Non appartengo a questa società Trump-ista

Non ce la faccio, più il tempo passa e più mi accorgo di alienarmi  da questa società.
A scuola hanno spiegato ai nostri bimbi che sul terreno argilloso crescono facilmente le piante (sarei interessata a confrontarmi su come coltiva la cannabis l’insegnante)
Che i mirtilli crescono a tremila metri e non vi tedio sull’oscenità che ho letto sulla pangea.
Quando questi piccoli dettagli, insignificanti ovvio, sono stati fatti notare alle insegnanti hanno risposto con un “oh ma l’ho scaricato da internet e non ci ho fatto caso, dite ai vostri bimbi di studiare sui libri”
Grazie. Lo dico già da sola a mia figlia di studiare sui libri. Ho ancora gli incubi per ciò che ho letto, figuriamoci se lo sento ripetere dalla sua vocina. Potrei avere l’orticaria.
Ma vi rendete conto che siete educatrici? Non occupate quella sedia solo per lo stipendio, avete in mano le basi culturali di molti bambini che purtroppo a casa non hanno la possibilità di espandere i propri orizzonti.
Ho sempre creduto di avere una base culturale bassa, quasi mi vergognavo a confrontarmi con le persone.
Io che invece delle favole disney a mia figlia racconto dell’amore di Ulisse per la sua Itaca (perchè lui aveva sposato la sua terra mica Penelope)
La storia di Atena nata dalla testa di Zeus e dell’amore complicato di Eros con Psiche.
Sto iniziando a pensare di non essere così culturalmente ignorante …

Oltre a questa oscenità culturale, che già di per sè è veramente penosa, vengo a sapere che un insegnante ha strappato il disegno di un bimbo solo perchè aveva scritto al compagno “da grande vengo a vivere con te”.
Qui la mia alienazione alla società ha raggiunto i massimi livelli.
La situazione, grazie al cielo, è stata presa in mano da psicologi e genitori e non so come è finita.
Ma resta il segno. Forte. Indelebile. Inacettabile.
Mi rifiuto di appartenere a questa società Trumpista.
Voglio l’amore per la cultura, le belle arti, l’accettazione e la tolleranza.

Se i nostri figli devono essere educati da tanti Trump allora non ci sto.
Continuerò la mia lotta solitaria, ma non accetterò mai che mia figlia venga plagiata da tanta ignoranza.
Ma temo per un futuro di Trumpisti.

Annunci

12 thoughts on “Non appartengo a questa società Trump-ista

  1. Una volta lessi “Un asino che mangia libri rimane sempre un asino”, ritengo che questa frase sia ampiamente approppriata per indicare l’intelletto di persone che si ritengono istruite solo perché si trovano in tasca un pezzo di carta indubbiamente ottenuto.
    Trovo che l’intelligenza non si possa ottenere dai libri, ma da un’attenda osservazione della vita e da ciò che ci circonda.

  2. non abbassarti troppo, perché tu sei una doppia spanna sopra gli altri. Il fatto di non voler morire trumpista la dice lunga.
    Certo che l’ignoranza c’è e si nota come le persone bevono le fake news come se queste fossero un sorso d’acqua fresca nel deserto.
    Che dire? Al findo pare che non ci sia rimedio, perché l’asticella si abbassa sempre di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...