Quello che non dicono

Quello che non dicono lo percepisci, dalla postura del corpo. Dalle parole, dal modo di imporsi mentre parlano.

Arrivano e si comportano da padroni, come se anche la società del cliente fosse loro.
Eppure sono consulenti.
Il cliente dice “state tranquilli, tanto non cambierà nulla. E’ solo l’ennesimo subappalto.
Certo.
Lo puoi dire ai miei colleghi che non hanno mai vissuto la realtà del consulente informatico che si fa 3 mesi da un cliente e 4 da un altro.
Loro ci credono.
Credono a tutto ciò che gli dici, perchè sono qui da 20 anni e considerano questa la loro azienda.
Sono stata in subappalto in quasi tutti i miei lavori da consulente.
La diversità la noti subito.
Qui qualcosa non va.
E’ un gioco politico.
Se ne sente l’odore a distanza.
E in questi giochi non conta la tua esperienza o le tue capacità lavorative.
In questi giochi sei solo una pedina senza nome.

Passano i mesi e tu piccola Cassandra li osservi senza poter dire o fare nulla.
Anzi, un dirigente, sentendo i tuoi dubbi ti convoca in privato per rassicurarti.
Certo.
Però lo senti che nasconde qualcosa.
Lo vedi dal movimento delle mani che ciò che dice è in contrasto con ciò che pensa.
Ma sorridi e lo tieni per te.
Poi un signore viene sostituito nell’altro ufficio.
Poi un altro.
Lo sai come funzionano queste cose.
La società di subappalto farà qualche offerta a qualcuno e qualcun altro lo lascerà a casa.
Siamo tutti consulenti, vero, si andrà da un altro cliente.
Certo.
Per chi ha skill ed è giovane.
Ma tutti questi consulenti over 50?
Che ne sarà di loro?
Cassandra , Cassandra…
e intanto loro credono a quanto gli propina il cliente, che con un sorriso e una pacca ti fa credere di esser tuo amico.

Non credevo di vedere tanta ingenuità tutta insieme.

Annunci

4 thoughts on “Quello che non dicono

  1. scusami se te lo chiedo, anche se non sono fatti miei, ma come si svolge il lavoro di consulente informatico? è davvero un ruolo così richiesto?? lo dico perché sono circondata da giovani ingegneri presuntuosi e saccenti, che solo perché in un mondo in cui la disoccupazione imperversa hanno trovato questo lavoro di ITC (si dice così vero???) e già si vedono come dei futuri amministratori delegati… ma davvero questo lavoro è così redditizio ed importante?? fortunatamente, dopo 7 anni di gavetta, sono riuscita a conquistare un posto di lavoro che amo, di cui vado fiera, e che poche donne riescono ad ottenere, e quindi mi diverto a smontare l’ ego di questi ragazzi… ma comunque resta il fatto che non li sopporto!!

    • “Era” redditizio. All’inizio guadagnavo bene,e ti parlo degli anni 2000. Adesso guadagno gli stessi soldi di allora, non vedo un bonus o un aumento da così tanto tempo che non ricordo più . Nel frattempo ovviamente ricopro ruoli con più responsabilità. Fare il consulente è stressante. Tre mesi sei da un cliente, devi imparare in poco tempo come lavorano, magari trattano argomenti a te sconosciuti, ti devi ambientare e poi via. riparti. Nuovo cliente, nuovo ambiente, nuove cose da imparare in breve tempo. Spesso poi ti ritrovi a girare l’italia.

      • si infatti, ormai adesso nessun lavoro è più come prima, purtroppo le cose sono cambiate..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...