Scusi le spiacerebbe…..

Signora cassiera del supermercato, io comprendo che lei è qui da otto ore, che lavora anche la domenica. Comprendo.
Però comprendo anche me, che stamattina non ho sentito la sveglia. Che mi sono alzata col cuore in gola e la pressione è rimasta a letto. Che ho svegliato-vestito-lavato-colazionato-controllato cartella (non proprio in questo rodine) a mia figlia. Che ho acceso la luce per prendere i miei vestiti. Ho acceso la luce. Ho acceso. Tac…tac…no niente luce. Che ho preso la torcia elettrica dalla cucina e ho cercato i miei vestiti.
Che mi sono catapultata fuori di casa, che mi sono trovata una macchina in contromano nel senso unico. Che ho fanculizzato l’autista. Che ho parcheggiato con sgommata. Ho risalito in corsa le scale, ho corso corso corso e ho preso un treno al volo. Strapieno per expo. Che sono arrivata a milano morta. Che ho lavorato otto ore. Che ho gestito il solito molestatore. E quello che ormai è andato di testa che mi rincorre per il corridoio e mi dice “devo perdere ancora due kili” e poi fugge via.
Ho sopportato la mignotta del dirigente, che crede che il fatto di scoparselo le dia il diritto di offendere tutti. Di criticare. Di insultare. Insomma di dimostrare quanto è povera dentro e collezionare persone che la detestano e la evitano se la incrociano in corridoio. Ho spento il mio pc. Ho corso per prendere un treno. Soppresso. Ho preso quello dopo a cui hanno messo tre vagoni in croce e doveva contenere: noi del soppresso, i soliti viaggiatori pendolari, le persone expo. Che è arrivato in ritardo di 20 minuti, come sempre.
Signora cassiera io la comprendo. Però kazzo sono le 19 di sera, ho ancora la cena da preparare. Vuole muovere quelle kazzo di manine mentre chiacchiera e far passare i miei acquisti sul lettore di codice a barre? Grazie

Annunci

12 thoughts on “Scusi le spiacerebbe…..

  1. Ti capisco al 100%, anche se faccio la metà della fatica che fai tu… e forse come te non avrei detto nulla ma pensato tanto.. al massimo avrei sbuffato per far capire il malumore o utilizzando la tecnica di lamentarsi con quello in fila dietro di me alzando un po’ il tono della voce per farlo arrivare a chi di dovere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...