Caffè

Mezza addormentata mi trascino in stazione.
Mi posiziono al bancone aprendo un occhio. Mi arriva il caffè proprio lì, davanti a me.
Il suo profumo risveglia un po’ il neurone.
Riesco persino a muovermi e a prendere una bustina di zucchero. La apro.
E il caffè mi viene tolto da sotto al naso da una mano.
Questo è il caffè di mio marito
Eh!?
Mi sveglio di colpo.
Eh!?!?
Mi guardo intorno. Non c’è nessuno.
Guardo la barista e lei mi fissa a bocca aperta.
Ok. E’ la psicopatica del martedì.
Senti mi sposto di là” dico alla barista che annuisce e mi prepara un nuovo caffè.
La signora che mi vede arrivare lì accanto a lei mi sorride.
Le dico:
Eh questi mariti invisibili
Lei ride e mi risponde
Se ne vedono di tutti i colori

W i pendolari.

immagine presa dal web

immagine presa dal web

Annunci

5 thoughts on “Caffè

  1. mi sovviene quella riprese dove non ricordo il nome l’attore insuppava il cornetto nel cappuccino del vicino.
    al paesello visto che verso le 10 mi prendo 10 min di pausa e vado al bar è raro che trovi qualcuno,
    magari mi soffiassero il caffè avrei occasione di attaccare discorso. Spero che quello rifatto sia stato all’altezza di un morbido aromatico risveglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...