Recensioni nel cassetto

Tanto tanto tempo fa viveva una Paperotta che nuotava felice tra la rete e cercava collaborazioni per una rivista on line. La rana-che-cuoce-in-pentola (sono io se non si era capito) alzò la manina e gridò “Io! Iooo” e così iniziò a scrivere un racconto a puntate (che tra poco verrà pubblicato qui) e una recensione.

Ora ho, nel mio cassetto elettronico, tale documentino. E mi dispiace un po’ che non prenda aria. Che rimanga lì abbandonato e dimenticato.
Perciò oggi ve lo propongo. Così. Giusto per avere qualcosa da leggere nell’ora del the e dei biscotti.

Piccola nota: la recensione era stata scritta nel periodo estivo.

wicked

Wicked Lovely – Incantevole e pericoloso
Genere: Urban Fantasy

Per l’estate in città mi sono scaricata la serie Wicked Lovely della scrittrice Melissa Marr.
Devo ammettere che nella scelta sono stata attratta dalla copertina.
Sono abituata ad entrare nelle librerie e camminare sfiorando i libri, quando sento il “brivido” mi fermo, prendo il libro tra le dita, annuso il profumo delle pagine e solo allora guardo cosa tengo tra le mani.
Da quando ho l’eBook reader mi risulta difficile camminare tra gli scaffali. Quindi ho affinato altri sensi. Tra cui la vista.
Devo essere sincera, la prefazione del libro prometteva bene. Un amore tormentato, perfetto per l’estate, una ragazza che può vedere le fate e gli intrighi di corte Seelie.
Una lettura piacevole, intrigante e non impegnativa.
C’erano tutte le premesse per una bella storia.
Vi aspettante un “solo che?
Ebbene si, c’è un “solo che“.
Il racconto promette bene, c’è del mistero che però tale non è. Già dalle prime pagine si intuiscono le trame nascoste.
Inoltre, essendo un racconto di fate, e per la precisione della Corte dell’Estate, mi aspettavo molto più ardore. Invece quando finalmente l’aria ribolle, l’ambiente si scalda…si rimane a bocca asciutta perchè l’autrice non entra nel dettaglio.
Chiariamoci, non mi aspetto di leggere Laurell K Hamilton, ma amore mio di mamma non mi puoi dire “siamo entrati in camera” e dopo due righe “sono uscita da quella camera” eh no eh! Così non va bene! Almeno descrivi che sapore aveva la sua pelle. Eh insomma!
E il Re dell’Estate? Sicuri che è dell’Estate? Magari sarà dell’autunno.
Doti seduttive: zero. Capacità di comando: nessuna. Un Re dell’Estate me lo aspetterei travolgente, passionale, determinato, coraggioso.
Sembra una razzino di quindici anni, inquieto, dubbioso, pieno di insicurezze.
La protagonista, Aislinn, invece mi piace.
All’inizio del libro era un’adolescente spaventata e bloccata in una vita non sua, mentre si prosegue la lettura la ragazza cresce. Prende decisioni che vanno contro l’educazione ricevuta. Fa le sue scelte e non incolpa mai nessun altro per ciò che le sta accadendo.
Devo esser sincera, a parte alcuni inconvenienti, il personaggio di Aislinn mi affascina così tanto che continuerò a leggere tutta la serie. Credo che possa stupirmi.

Consiglio: da leggere senza pretese
Curiosità: il libro ha vinto il Rita Award 2008, è previsto un film tratto da questa serie. I diritti sono stati acquistati da Universal Pictures
BookTrailer: Disponibile
Altri libri della serie in breve:
Ink Exchange – Sortilegi sulla pelle: Il secondo libro della serie è incentrato sulla Corte del Buio e in particolar modo sul legame che l’amica di Aislinn, Leslie, istaura con Re Irial. Ho rivalutato completamente il personaggio di Leslie.

Fragile Eternity – Immortale tentazione: il terzo libro della serie riporta al centro della storia Aislinn e il suo legame col Re dell’Estate e Seth…. non dico di più!

Radiant Shadows – Sublime oscurità: Non è il seguito di Fragile Eternity, tratta le vicissitudini dei personaggi secondari dei precedenti libri. Un po’ di gossip fatato insomma.

Darkest Mercy – Discordi armonie: Ultimo libro della serie Wicked Lovely, come andrà a finire? Non ve lo dico!!

Annunci

6 thoughts on “Recensioni nel cassetto

  1. Bella perseveranza nel portare a termine la lettura. Questo aspetto femminile che vorrebbe almeno 30 righe da quando chiude la porta della camera mi intriga. Io avrei mollato la lettura se in quel titolo cercavo anche quello. Allegriaaaa. Nevica a casa di andrea il montanaro

  2. Era bella l’idea…!!! Fossimo stati di piu… Pensa una rivista gratis con racconti a puntate! Se ci pensassi sil serio come progetto secondo me sfonderemmo. Ma non ho tempo =__= fai bene a portarla avanti. Quando ho letto Paperotta ho detto “chi è questa come osa?” Ho
    Dovuto cliccare sul link per capire che parlavi di Me =_=

  3. Cara la mia paerotta (o rana che cuoce in pentola) finalmente una bella notizia. Un documento che è scivolato fuori, di starforo, dal tuo cassetto e ti costringerà a breve a deliziarci con le lsue moine verbali.
    Per la recensione, letta e basta. La coperttina non mi attira nonostante tutti i tuoi sforzi per farmela amare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...