Si sta come d’autunno

Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie
-Ungaretti

immagine presa dal web

immagine presa dal web

 

In pratica sei lì che ammiri il tuo vestito nuovo riflesso in una goccia d’acqua.
Woooow chi l’avrebbe detto che il rosso mi sarebbe stato così bene! Guardatemi!
Wooow!
Poi senti un Clack e il vuoto sotto le punte.
Cadi.
E’ un po’ come quando sogni di cadere e ti sembra di rimbalzare nel letto.
Però stavolta non c’è un letto.
Sei una foglia.
La tua casa è il ramo.
E tu stai cadendo sospinta dal vento.
Giri su te stessa.
Mossa da forze sconosciute.
Impaurita.
Questo cambiamento non l’avevi mai immaginato.
Vedi il tuo albero allontanarsi.
Il marciapiede che guardavi dall’alto avvicinarsi.
Splat!
Eccoti qui a fissare il cielo con le altre tue compagne.
Pensi che sia finita.
Poi arriva un tacco 12 a spillo e scopri che l’avventura è appena iniziata.

PS: lo so che Ungaretti si riferiva ad un argomento molto più truce. Abbiate pazienza è mercoledì, mi sento come se fosse ancora lunedì, venerdì c’è sciopero treni e sabato lavoro. Settimana difficile. Si accettano donazioni di cioccolatini.

Annunci

10 thoughts on “Si sta come d’autunno

  1. Ecco una stecca di cioccolati Lindt al 90%, quello amaro amaro.
    Cammini coi tacchi e poi fai come le foglie d’autunno. Si staccano, volano e non si sa dove si posano.
    Peccato per il vestitino rosso, che ti stava così bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...