La guerra dei week end

La battaglia continua. (Clicca qui per aggiornarti)

Ieri pomeriggio, di nuovo. Altro dirigente altro giro.
“Ma allora il primo agosto sei in ferie?”
Devo essere in ferie il primo agosto?”
“No. Ma mi è stato detto che sei in ferie venerdì primo agosto e quindi non puoi venire a lavorare il sabato e la domenica”
“…” Se commento ad alta voce mi licenziano sedutastante.
“Dunque se non sei in ferie vieni tu a lavorare nel week end. Ma chi ha detto che eri in ferie? Adesso telefoniamo ad X a chiedere”
Chiama X che sicuramente vede il numero e fa cadere il cellulare aziendale nel cesso o sotto un tram di passaggio.
“Non risponde, ora vado a cercare Capo
Capo è in riunione”
“Ah..allora andiamo da Y!”
E andiamo da Y…
Mezzora di trituramento di …. ghiaccio no!?!?
Perfortuna dopo un po’ mi lascia libera, lui con un muso così che vuole sapere chi è il responsabile della bufala sulle mie ferie.
Io che seriamente sto prendendo in considerazione di starci davvero in ferie quel giorno.
Ieri uscivo prima.
In treno mando un sms a Capo, che è ancora in riunione, riassumendo l’accaduto. Lui prontamente risponde “Figurati. Ci penso io, non ci sono problemi”
I suoi “non ci sono problemi” son terapeutici. Ciò che dice fa. Se c’è davvero un problema lo risolve lui. Mi rilasso.

Stamattina Capo mi ferma e mi dice “Se vedi entrare un qualsiasi dirigente nel tuo ufficio fingi una telefonata”
“…”
Porcamiseria ci hanno fregato. Han mandato una mail.
Ora dovrei venire a lavorare questo week end.
E porca paletta ma che vi hanno fatto di male i miei week end!?!?

Per onor della cronaca han finito di urlare dieci minuti fa. Sono usciti da quella stanzetta scompigliati ed esausti e mi è stato detto un “ci vediamo lunedì”

miss-bone-188

 

Annunci

6 thoughts on “La guerra dei week end

      • Se non ricordo male sei un’informatica e posso capire che ci possono essere esigenze che impongono di lavorare in certe date. Ricordo che un 1 gennaio di molti anni fa (ho fatto quel mestiere per molti anni) l’ho passato per ricostruire un sistema operativo e le relative informazioni, distrutte qualche ora prima da un operatore che aveva combinato un grosso pasticcio. Non erano i dischi di un server ma quelli di un grosso mainframe. Un’operazione delicata, perché dovevo riscrivere manualmente centinaia di indirizzi fisici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...