Presente

“Vivi il presente”. Un Mantra che mi viene ripetuto, e che mi ripeto, continuamente.
Oggi la mia amica Sara ha citato sul suo blog un pezzo dell’alchimista di Coelho.
“Perchè io non vivo nè nel mio passato, nè nel mio futuro.
POSSIEDO SOLTANTO IL PRESENTE, ed è il presente che mi interessa”.
Mi sono soffermata su una domanda “che presente sto vivendo?”
Non lo so.
Mi sembra di esser sopravvissuta alla fine del mondo, di esser appena uscita dalla cantina come Dorothy nel regno di Oz e di trovarmi in un altro mondo.
Ho fatto tabula rasa di alcune cose del mio passato. Non l’ho cancellato. L’ho analizzato, studiato, scomposto, passato al microscopio e gettate via vecchie abitudini inutili e che causavano solo sofferenze. E ora?
Ora ho in mano un foglio bianco, ma non so che scrivere.
Lo guardo e mi domando chi sono.
Che qualità ho? Quali sono i miei difetti?
Non lo so più. O forse non riesco ancora a vedere la nuova me stessa nata.
Per ora sono nello stato confusionale di chi si risveglia convinto di essere ancora in vacanza e non sa orientarsi nella sua camera perchè non riesce a definire spazi e i limiti, dove stanno gli oggetti. Guarda una parete convinta di trovarci la finestra e invece trova il mobile.
Le mie qualità e i miei difetti? E’ come quando cambi borsa e ti sei dimenticata metà delle cose nell’altra. Non trovi più il tuo rossetto, il burrocacao, il portatessere. Hai tra le mani una borsa nuova quasi vuota e ti spaventi un po’. Perchè per tanti anni credevi che ciò che hai lasciato era insostituibile e di vitale importanza. Hai quell’ansia del “ma se mi serve e non ce l’ho?”
Poi ti domandi cos’hai di nuovo in quella borsa,  ti incuriosisce e ti spaventa un po’ perchè pensi che non ci può essere nulla di così eccezionale. Magari troverai il burrocacao alla fragola che detesti.
E intanto ti alzi dal letto,  priva di orientamento, vai a sbattere qui e là addosso a mobili che conosci bene nel tentativo di trovare una strada da percorrere.
Ecco il mio presente ora è proprio così.
Un livido ottenuto sbattendo contro lo spigolo del letto.

miss-bone-93

Annunci

6 thoughts on “Presente

  1. Per quanto riguarda “vivere il presente” negli anni ho imparato che molto spesso passiamo il nostro tempo ( il presente ) in compagnia di paure e preoccupazioni per il futuro; molto frequentemente questa è l’attività principale degli esseri umani. Per come la vedo io penso che i problemi vadano affrontati solamente quando si presentano veramente ( nel presente ); ogni giorno ha i suoi problemi ed è controproducente aggiungere a questi anche la preoccupazione per quelli futuri.

    Un saluto

  2. L’alchimista di Coehlo l’ho letto e la frase indicava che il protagonista viveva alla giornata. Ovvero era senza passato, perché era stato cancellato e privo di futuro, perché non l’aveva.
    Comunque “VIVERE IL PRESENTE” è un bel modo per giustificare tutto, buono o cattivo che sia, bello o brutto da anarchico privo di qualsiasi regola.
    Se tutti applicassero questa regola, non esisterebbe nessuna società ma ci sarebbe la legge del più forte, che lo premia finché non trova uno più forte di lui, e lo troverà sicuramente.

    • credo che “vivi il presente” non significhi dimenticarsi della storia e delle nostre radici. Anzi bisogna sempre onorarle e prendersene cura, un albero senza radici non vive. Penso si riferisca a “non crearti angosce inutili”, “se stai mangiando pensa a ciò che stia mangiano, non pensare al caffè dopo” giusto per fare un esempio i tema dell’orario 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...